Gli eventi promossi dal Dipartimento

Gli eventi promossi dal Dipartimento - Settimana Nazionale della Protezione Civile

In questa pagina è possibile consultare le iniziative di carattere nazionale organizzate o promosse dal Dipartimento della Protezione Civile in collaborazione con gli altri attori del Sistema nell’ambito della Settimana Nazionale. Gli appuntamenti si svolgono in diverse città italiane. Su questa pagina, in continuo aggiornamento, saranno fornite anche informazioni di dettaglio per seguire gli eventi in presenza o in streaming.

Nell’ambito della Settimana Nazionale, il Dipartimento della Protezione Civile sarà presente a Reas, Salone Internazionale dell’Emergenza, giunto quest’anno alla sua ventesima edizione.

L’evento, che si svolge nel Centro Fiera di Montichiari (Brescia) dall’8 al 10 ottobre, rappresenta un importante momento di confronto per enti, associazioni, organizzazioni di volontariato e aziende specializzate che operano nella gestione dell’emergenza.

Alla cerimonia inaugurale del 9 ottobre parteciperà il Capo del Dipartimento Fabrizio Curcio, che successivamente interverrà in alcuni appuntamenti in programma insieme a esperti del Dipartimento.

Il Dipartimento partecipa a Reas anche attraverso il suo Centro di competenza Fondazione Eucentre, il Centro Europeo di Formazione e Ricerca in Ingegneria Sismica di Pavia, con una tavola sismica in grado di simulare il terremoto. Obiettivi del progetto, sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione del rischio sismico e della progettazione antisismica degli edifici.

Un convoglio per l’assistenza sanitaria specializzato nella cura e nel trasporto di persone malate o ferite sull’intero territorio nazionale ed europeo. Il 10 ottobre, dalle 10 alle 16, il treno sanitario sosterà nella stazione centrale di Brescia e potrà essere visitato dai cittadini.

Ideato nel periodo dell’emergenza Covid-19, il progetto nasce da un accordo tra il Dipartimento della Protezione Civile, Trenitalia e l’AREU-Agenzia Regionale Emergenza Urgenza della Lombardia per alleggerire, in caso di necessità, la pressione sulle strutture ospedaliere, a supporto del Servizio sanitario territoriale.

Il treno, costituito da otto carrozze e due locomotori, è concepito per garantire un’assistenza che va dalle attività sanitarie di primo livello fino alla terapia intensiva, anche in biocontenimento, con la possibilità di integrare altre carrozze con ulteriori funzioni medico-sanitarie. Il convoglio può operare come MEDical EVAcuation e, sui territori colpiti da un’emergenza, come Posto Medico Avanzato. Complessivamente le carrozze possono trasportare 21 pazienti e 45 operatori specializzati.

È in programma a Roma il 12 ottobre, presso la sede operativa del Dipartimento della Protezione Civile, una giornata di taglio tecnico-operativo dedicata all’Osservatorio delle Buone Pratiche di protezione civile, strumento previsto dal Decreto Legislativo n.1 del 2 gennaio 2018.

In vista della costituzione dell’Osservatorio, questa giornata, organizzata con il supporto di Fondazione Cima, punta ad avviare un dialogo con alcuni interlocutori del Servizio Nazionale su modalità organizzative e governance di questo strumento.

I partecipanti si confronteranno sul tema attraverso tavoli di lavoro dedicati a tre diversi aspetti: cos’è una buona pratica, come si valuta, quali sono le possibili modalità organizzative e gli obiettivi dell’Osservatorio.

Dal 13 al 16 ottobre si svolgerà a Firenze ETE-Earth Technology Expo, evento nazionale dedicato alle tecnologie per la transizione digitale ed ecologica, promosso da Dipartimento della Protezione Civile, Ispra-Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Dipartimento Casa Italia e Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Per quattro giorni il centro storico della città ospiterà, nella Fortezza Da Basso, spazi espositivi e un fitto programma di appuntamenti, tra convegni, workshop e corsi di formazione, in presenza e via web. La manifestazione, che ricade nell’ambito della Settimana Nazionale, dedicherà ampio spazio alla protezione civile, dove l’innovazione tecnologica da sempre gioca un ruolo fondamentale nella previsione e prevenzione dei rischi, come nella gestione dell’emergenza e del post-emergenza.

Dopo il taglio inaugurale del nastro, che avrà luogo il 13 ottobre e vedrà la partecipazione del Capo del Dipartimento Fabrizio Curcio, il programma prevede nelle diverse giornate una serie di appuntamenti a cura del Dipartimento.

Tra i temi che saranno oggetto di approfondimento e confronto all’interno di workshop dedicati: le tecnologie per la riduzione del rischio da disastri; il monitoraggio del territorio attraverso strumenti e tecnologie satellitari; gli obiettivi e i risultati del Programma per la riduzione dei rischi idrogeologico, idraulico, sismico e vulcanico, realizzato dal Dipartimento all’interno del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020; l'innovazione tecnologica italiana nelle ricostruzioni post-terremoto; le tecnologie per la mitigazione del rischio idrogeologico nelle città; la nuova comunicazione e la rivoluzione digitale.

Il Dipartimento sarà presente a ETE anche con un proprio stand, spazio espositivo e informativo sulle attività istituzionali, e con la mostra Terremoti d’Italia, dedicata alla conoscenza e alla prevenzione del rischio sismico. All’interno della mostra, sarà anche possibile per i visitatori vivere in sicurezza l’esperienza del terremoto, grazie a due simulatori sismici appositamente progettati.

Sabato 16 ottobre, infine, l’appuntamento nella Fortezza Da Basso sarà con i volontari di protezione civile e le buone pratiche di Io Non Rischio, la campagna che da anni promuove la cultura della prevenzione del rischio favorendo un approccio attivo da parte dei cittadini.

Il 13 ottobre, nell’ambito della Settimana Nazionale della Protezione Civile e in concomitanza con la Giornata internazionale per la riduzione dei disastri naturali, tutti i giovani in servizio civile potranno fare visita a un’organizzazione di volontariato di protezione civile che opera sul loro territorio.

Avranno così l’opportunità di conoscere da vicino le attività che si svolgono all’interno di un’Organizzazione e, al contempo, verificare quanto appreso come volontari di servizio civile durante la formazione generale, che dedica un modulo didattico proprio ai temi di protezione civile.

L’iniziativa – come previsto anche dalla Direttiva del Presidente del Consiglio che nel 2019 istituisce la Settimana Nazionale – punta a coinvolgere i giovani sui temi di protezione civile e a favorire la conoscenza dei rischi per un approccio consapevole al territorio.

Il 13 ottobre, dalle 9.30 alle 12.30, si svolge a Roma nella sede operativa del Dipartimento, il workshop “La dimensione multirischio nella ricerca e nella formazione universitaria” nell’ambito della giornata “La scienza per la protezione civile”. L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sul sito e sul canale YouTube del Dipartimento della Protezione Civile.

L’incontro punta a promuovere una riflessione sulla dimensione di multipericolosità e multirischio cui le comunità sono esposte e su cui è alta l’attenzione degli Organismi europei e internazionali che si occupano di riduzione del rischio di disastri. Negli ultimi anni è infatti cresciuta la consapevolezza che lo stesso territorio può essere interessato da più rischi o più eventi catastrofici, indipendenti o collegati tra loro. Un tema ancora più evidente con il verificarsi dell’emergenza Covid.

La giornata rappresenta un’occasione di confronto con la comunità scientifica e con le Università su questi aspetti, anche nell’ottica della definizione di un percorso finalizzato alla formazione di esperti nella valutazione e gestione dei rischi.

Il 14 ottobre è Benevento la città fulcro della Settimana Nazionale della Protezione Civile. Sono due, infatti, gli eventi organizzati nel corso di questa giornata presso il Pastificio Rummo. Il primo, di taglio operativo, sul tema della resilienza; il secondo, di profilo tecnico-istituzionale, dedicato al rapporto tra protezione civile e imprese, con particolare riguardo alla complessa fase della gestione emergenziale.

Nella mattina è in programma un workshop sugli “scorecard di resilienza”, griglia di indicatori elaborati dall’Ufficio delle Nazioni Unite per la Riduzione del Rischio di Disastri attraverso la Campagna Making Cities Resilient 2030 per inquadrare il livello di resilienza dei territori rispetto ai rischi naturali e antropici.

Nella seconda parte della giornata, invece, è previsto il convegno “Imprese e protezione civile”.  Al centro del pomeriggio di studi le azioni messe in campo da Piccola Industria Confindustria e dal Dipartimento della Protezione Civile che dal 2016 collaborano al Programma Gestione Emergenze di Confindustria, la cui finalità è sostenere imprese e territori nelle fasi di emergenza e diffondere, al contempo, una cultura della resilienza e della prevenzione attraverso il coinvolgimento attivo di istituzioni, cittadini e imprese.

Una sinergia importante tra pubblico e privato che sarà rinnovata proprio in occasione di questo evento, con la firma del nuovo protocollo d’intesa da parte del Capo del Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio e del Presidente di Piccola Industria Confindustria Carlo Robiglio.

Si svolge il 15 ottobre nel reatino l’iniziativa “Protezione civile e agricoltura: sinergie in movimento”, che si inserisce nel solco della collaborazione tra Dipartimento della Protezione Civile e Coldiretti con l’obiettivo di migliorare la resilienza dei territori e promuovere la cultura di protezione civile.

L’evento prevede una mattina di studio nell’Auditorium Della Laga di Amatrice, dedicata in particolare al tema “Resilienza, prevenzione e buone pratiche in agricoltura” con la partecipazione del Capo del Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio e il vice Presidente di Coldiretti David Granieri.

La seconda parte della giornata si svolge, invece, ad Accumoli con la visita ad una Azienda agricola che ha riconvertito la sua produzione in seguito al terremoto in Centro Italia del 2016.

Il 16 ottobre, a Roma presso l’Istituto Cine TV “Roberto Rossellini”, si terrà l’incontro “Prepararsi e pianificare con il volontariato organizzato di protezione civile”. L’evento sarà trasmesso in diretta in video streaming sul sito e sul canale youtube del Dipartimento della Protezione Civile.

Un confronto tra le organizzazioni di volontariato di protezione civile iscritte all’elenco centrale, che interverranno dal territorio, e il Dipartimento, le Regioni e le Province Autonome. Un momento di dialogo tra le parti sul ruolo strategico del volontariato nelle attività volte alla prevenzione e alla pianificazione, compito che il Codice della protezione civile (D. Lgs. N. 1/2018) assegna alle organizzazioni con nuovo vigore.

Si parlerà anche di formazione, preparazione e addestramento dei volontari  quali elementi imprescindibili per rafforzare un volontariato già organizzato ma che ha ancora voglia di crescere e migliorarsi.  Il 16 ottobre segnerà quindi un nuovo punto di partenza per tutti i volontari di protezione civile che rappresentano  il vero anello di congiunzione tra cittadini e amministrazioni.